Acido Salicilico: a cosa serve e quando usarlo

L’acido salicilico è una sostanza presente in natura all’interno di molti vegetali. Infatti, si trova in altissime concentrazioni nel salice bianco e nella spirea ulmaria, da cui viene estratto fin da tempi antichissimi.

La sua funzione, in quanto ormone vegetale, è quella di influenzare i processi di crescita e sviluppo delle piante.

Le sue capacità esfolianti lo rendono uno degli acidi più utilizzati in campo dermatologico e cosmetico.

Come vedremo più avanti, infatti, per le sue qualità viene considerato un ottimo alleato nella cura della pelle del viso e, in generale, del corpo.

Continua a leggere per sapere come l’acido salicilico può essere utilizzato contro l’acne e altre problematiche della pelle.

Cos’è l’acido salicilico e a cosa serve?

L’acido salicilico appartiene alla classe farmacologica dei salicilati. Già da molti anni è possibile sintetizzarlo in laboratorio, anche se, come accennavamo, si può trovare anche in natura all’interno di:

  • Frutta: ananas, albicocche, fragole,mirtilli;
  • Verdura: spinaci, radicchio, cicoria;
  • Piante: tulipani, giacinti, violette (oltre che nelle piante citate sopra).

Fino agli anni 80, questo acido veniva estratto e utilizzato come antinfiammatorio e antipiretico ad uso orale.

Successivamente, sostituito dalla comune Aspirina, ha iniziato a diffondersi per contrastare alcune specifiche problematiche della pelle.

Questo perché l’acido salicilico ha importantissime proprietà:

  • Cheratolitiche (scioglie lo strato corneo dell’epidermide senza intaccare le cellule);
  • Cicatrizzanti;
  • Lenitive;
  • Antisettiche.

Un altro motivo per cui questo tipo di acido è molto utilizzato è l’assenza di rischi per la pelle, anche se, come vedremo, si consiglia sempre di stare attenti ad alcuni aspetti importanti.

Continua a leggere per sapere come utilizzare l’acido salicilico per contrastare i problemi della pelle.

Come usare l’acido salicilico per combattere l’acne

Uno degli scopi principali con cui viene utilizzato l’acido salicilico è contrastare problemi come:

La cosa più importante quando si utilizzano prodotti a base di acido salicilico per la pelle, è essere costanti. Solo la regolarità dei trattamenti riuscirà a garantire risultati soddisfacenti.

Naturalmente, ogni tipo di preparazione a base di questo acido dovrà essere utilizzata per via topica, e soltanto sulla zona interessata.

Puoi fare un peeling all’acido salicilico, molto utile nel caso di pelle impura, pori dilatati, produzione di sebo in eccesso. In questi casi il consiglio è di ripetere il trattamento una volta a settimana, o comunque in maniera ciclica a seconda dell'entità del problema.

La sua azione purificante e antibatterica, inoltre, lo rende particolarmente adatto a eliminare i punti neri.

Molti dermatologi usano questo acido in concentrazioni ben calibrate per effettuare una esfoliazione degli strati più superficiali della pelle. La sensazione post trattamento sarà quella di una cute fresca, nuova e rigenerata.

Dal momento che i disturbi della pelle sono diversi per tipologia e serietà, in commercio si può trovare acido salicilico in molti prodotti e a diverse concentrazioni.

Vedremo nel dettaglio più avanti di che prodotti si tratta.

Usare l’acido salicilico sul viso: avvertenze e possibili effetti indesiderati

Anche se, come abbiamo anticipato, quest'acido è normalmente ben tollerato, questo non significa che non possa portare qualche complicazione.

Prima di tutto, specifichiamo che durante i trattamenti è assolutamente sconsigliata l’esposizione solare. L’acido salicilico, infatti, assottiglia la barriera dello strato corneo rendendo la cute molto sensibile ai raggi UV.

Per questo motivo ti consigliamo di usare sempre una crema solare ad alta protezione.

Oltre ai problemi riguardanti la sensibilità, questa sostanza può avere altri effetti collaterali: dopo aver applicato l’acido salicilico, magari sotto forma di crema, potresti vedere comparire

  • Chiazze scure, un effetto che normalmente tende a svanire in un breve arco di tempo;
  • Arrossamenti, macchie, bruciori o irritazioni, in caso di soggetti particolarmente allergici o sensibili.

Si consiglia pertanto di consultare sempre prima un medico e di testare il siero o crema all’acido salicilico su una piccolissima zona del viso.

Dopo aver visto le proprietà e gli utilizzi, nel prossimo paragrafo vedremo che tipo di prodotti a base puoi trovare in farmacia.

Prodotti migliori a base di acido salicilico in farmacia

Abbiamo parlato del peeling e delle creme che contengono questa sostanza. In farmacia puoi trovare molti altri prodotti con acido salicilico, come ad esempio un tonico, meno aggressivo, o un siero.

Normalmente, la concentrazione che trovi nei prodotti da farmacia è più bassa rispetto a quella utilizzata nei trattamenti dermatologici, i quali infatti vengono effettuati in maniera più sporadica.

Dunque, se vuoi procedere con un trattamento meno invasivo da fare in casa, in commercio puoi trovare questa sostanza sotto forma di:

  • Crema;
  • Tonico;
  • Siero;
  • Peeling;
  • Stick.

A prescindere dalla concentrazione, l’obiettivo di un cosmetico a base di acido salicilico è stimolare il rinnovamento cellulare, favorendo così l’assorbimento dei principi attivi delle creme che applicherai successivamente.

Proprio per questo ribadiamo l’importanza di curare la cute quotidianamente, effettuando una routine costruita proprio sulla tua pelle.

Consulta il tuo dermatologo di fiducia, ti aiuterà a identificare il problema della tua pelle e a individuare il modo migliore per contrastarlo.

Visita il sito di eFarma per trovare i prodotti migliori in base alle tue esigenze. Puoi scegliere tra brand esperti del settore come La Roche Posay e Bionike.

La pelle è l’organo più esteso del corpo umano, dobbiamo saperla coccolare e lei ci ripagherà con un viso sempre sano e radioso.

Prodotti