Spedizione Gratuita da € 24,90
Categorie

Acido Salicilico: a cosa serve e quando usarlo

martedì 4 luglio 2023
in Pelle, Viso
Acido Salicilico: a cosa serve e quando usarlo

Nel vasto mondo delle sostanze naturali benefiche per l’organismo, c’è un composto che merita un posto d’onore: l’acido salicilico.

Questo prezioso ingrediente si nasconde all’interno di numerosi vegetali, ma si trova in altissime concentrazioni nel maestoso salice bianco e nella spirea ulmaria, da cui viene estratto fin da tempi antichissimi.

Ma non lasciarti ingannare dalla sua origine antica, perché l’acido salicilico è un autentico elisir di bellezza, soprattutto del viso. Oltre a svolgere il ruolo di ormone vegetale, influenzando la crescita e lo sviluppo delle piante, possiede anche una caratteristica straordinaria: la capacità esfoliante

Proprio grazie a questo, è diventato uno degli acidi più amati e utilizzati nel campo della dermatologia e della cosmesi. Come vedremo più avanti, infatti, l’acido salicilico per le sue qualità e proprietà viene considerato un ottimo alleato nella cura della pelle del viso e, in generale, del corpo. 

Sei curioso di scoprire come l'acido salicilico può combattere brufoli, l'acne e altre imperfezioni della pelle? Allora, sei nel posto giusto! In questo articolo, ti sveleremo tutti i segreti sulle applicazioni e l'uso corretto di questa meraviglia chimica. 

Preparati a immergerti in un mondo di bellezza e benessere e a scoprire il segreto per una pelle perfetta. Ecco cosa troverai nell’articolo:

Leggi anche: “Acne sulla schiena: cure e consigli per eliminarli”.

Cos’è l’acido salicilico e a cosa serve?

Questo composto appartiene alla famiglia dei salicilati ed è stato sintetizzato anche in laboratorio per diversi decenni. Tuttavia, come abbiamo già detto, questo beta-idrossiacido deriva soprattutto dalla corteccia del salice bianco, ma tracce di questo prezioso elisir di bellezza si trovano anche in altre fonti naturali, come:

  • Frutta: ananas, albicocche, fragole,mirtilli;
  • Verdura: spinaci, radicchio, cicoria;
  • Piante: tulipani, giacinti, violette (oltre che nelle piante citate sopra).

Fino agli anni 80, questo acido veniva estratto e utilizzato come antinfiammatorio e antipiretico ad uso orale. Successivamente, sostituito dalla comune Aspirina, ha iniziato a diffondersi per contrastare alcune specifiche problematiche della pelle. Questo perché l’acido salicilico ha importantissime proprietà.

Sebbene un tempo fosse principalmente utilizzato come antinfiammatorio e antipiretico per via orale, a partire dagli anni '80 - sostituito dalla comune aspirina - ha guadagnato popolarità come alleato nell'affrontare specifici problemi della pelle

E sai qual è il segreto del suo successo? L'acido 2-idrossibenzoico (come viene chiamato in chimica) possiede proprietà straordinarie che lo rendono un ingrediente prezioso per la cura della pelle, ovvero:

  1. Cheratolitiche;
  2. Cicatrizzanti;
  3. Lenitive;
  4. Antisettiche.

Immagina uno strato corneo dell'epidermide che si scioglie delicatamente sotto la sua azione cheratolitica, senza arrecare danno alle preziose cellule sottostanti. Aggiungi poi la sua capacità di lenire il dolore e cicatrizzare la cute lesa, insieme all’importante azione antisettica e capirai perché questo tipo di acido è così amato e ricercato. 

Ma c'è di più: questo acido è noto anche per la sua sicurezza per la pelle, senza rischi particolari. Tuttavia, come vedremo, è sempre consigliabile fare attenzione a importanti dettagli.

Continua a leggere e scoprirai come sfruttare al meglio le potenzialità e utilizzare questa preziosa sostanza per rivelare la tua migliore pelle.

Acido salicilico e problemi della pelle: le applicazioni più comuni

L'acido estratto dal salice bianco è un vero e proprio mago della pelle, in grado di affrontare con successo una vasta gamma di problematiche cutanee. L’acido salicilico è efficace per contrastare l’acne o se semplicemente desideri liberare i tuoi pori da impurità e punti neri.

Vediamo meglio come questa sostanza potrebbe essere il tuo alleato segreto:

  • Trattamento dell'acne

L’acne si sviluppa quando i pori della pelle si intasano con sebo, cellule morte della cute e batteri, formando comedoni aperti (punti neri) o chiusi (brufoli). Questo acido, essendo un beta-idrossiacido (BHA), ha la capacità di esfoliare delicatamente e di penetrare in profondità negli strati più superficiali dell’epidermide, sciogliendo la cheratina, una proteina che contribuisce a legare insieme le impurità che ostruiscono la pelle. 

Questo processo di esfoliazione aiuta a rimuovere lo strato di cellule morte e a liberare i pori. Inoltre, riduce l'infiammazione e allevia il rossore, associati all’acne, aiutando anche a prevenire la formazione di nuove imperfezioni, aiutandoti a ottenere una pelle più chiara e radiosa.

  • Rimozione delle verruche

L’acido salicilico è efficace anche nel trattamento e nella rimozione delle verruche comuni e di quelle plantari. Le verruche comuni si presentano come piccole escrescenze ruvide sulla pelle, di solito sulle mani, sulle dita o intorno alle unghie. Le plantari, invece, si sviluppano sulla pianta del piede e possono essere dolorose a causa della pressione esercitata durante la deambulazione. 

Applicando con cura l'acido sulla verruca, grazie alla sua azione cheratolitica, esso gradualmente dissolverà il tessuto ispessito, favorendo la sua eliminazione e riportando la tua pelle alla sua bellezza naturale. Questo processo avviene gradualmente e richiede un'applicazione costante dell'acido per un periodo di tempo determinato.

  • Trattamento della cheratosi seborroica

La cheratosi seborroica è una condizione cutanea che si manifesta con lesioni squamose, spesso di colore marrone, che possono comparire su diverse parti del corpo. Grazie alle sue proprietà esfolianti e lenitive, l'acido può aiutare a ridurre l'aspetto delle lesioni cutanee associate alla cheratosi seborroica. Applicato regolarmente, può contribuire a migliorare l'aspetto e la texture della pelle, offrendo il sollievo tanto desiderato.

L'acido salicilico può essere utilizzato in diversi prodotti per la cura della pelle, come creme, lozioni, tonici e gel. Tuttavia, è importante utilizzarlo con moderazione e seguire le indicazioni del dermatologo o del farmacista di fiducia, per evitare di incappare in spiacevoli effetti collaterali.. 

Acido salicilico, avvertenze e possibili effetti collaterali indesiderati

Anche se, come abbiamo anticipato, questo acido è normalmente ben tollerato, questo non significa che non possa portare qualche complicazione. 

Prima di tutto, iniziamo col dire che è assolutamente da evitare l’esposizione solare durante i trattamenti. Questo acido, infatti, tende ad assottigliare la barriera dello strato corneo rendendo la cute molto più sensibile ai raggi UV. Per questo motivo ti consigliamo di usare sempre una crema solare ad alta protezione

Oltre ai problemi riguardanti la sensibilità, questa sostanza può avere altri effetti collaterali che includono:

  • chiazze scure;
  • arrossamenti;
  • macchie;
  • bruciori;
  • irritazioni.

Si tratta comunque di condizioni temporanee che tendono a svanire nel tempo. In ogni caso - e soprattutto se sei un soggetto allergico o sensibile - ti consigliamo di consultare un medico prima dell’uso dell’acido e di testare il prodotto su una piccola area del viso.

Nel prossimo paragrafo, esamineremo i vari prodotti a base di acido salicilico disponibili in farmacia. È importante essere consapevoli che l'uso dell'acido salicilico può causare effetti collaterali come secchezza, rossore e desquamazione della pelle, soprattutto nelle prime applicazioni. Si consiglia di utilizzare una protezione solare ad ampio spettro durante l'uso dell'acido salicilico per evitare l'ipersensibilità alla luce solare. Se si verificano reazioni allergiche o irritazioni gravi, è consigliabile interrompere l'uso e consultare un medico.

Acido Salicilico e usi corretti

Desideri fare un peeling a base acido salicilico a casa, ma temi di sbagliare qualcosa? Di seguito ti forniamo alcune indicazioni per poter utilizzare correttamente questo acido sulla pelle in completa sicurezza.

  1. Scegli la concentrazione di acido salicilico puro: è fondamentale selezionare quella adeguata alle tue esigenze individuali e alla sensibilità della tua pelle. Inizia sempre con una più bassa e, se necessario, puoi gradualmente aumentare in base alla tolleranza e ai risultati desiderati;
  2. Pulisci accuratamente la pelle prima dell'applicazione: utilizza un detergente delicato per rimuovere l'eccesso di sebo, lo sporco e le impurità presenti sulla superficie della pelle. Una pelle pulita favorirà una migliore penetrazione dell'acido salicilico e ottimizzerà i risultati;
  3. Segui le istruzioni del prodotto: ogni formulazione può avere indicazioni specifiche sull'applicazione, il tempo di posa e il risciacquo. Rispetta sempre le tempistiche e le modalità suggerite per ottenere i migliori risultati senza danneggiare la pelle;
  4. Attenzione alle avvertenze: evita di utilizzare l'acido su pelli già irritate, lesionate o sensibili. 

Se hai problemi dermatologici preesistenti o dubbi sull'utilizzo, è consigliabile consultare un dermatologo prima di iniziare il trattamento. Inoltre, monitora attentamente la reazione della tua pelle durante e dopo l'applicazione dell'acido salicilico. Se si verificano reazioni avverse come irritazioni, arrossamenti intensi o prurito, interrompi immediatamente l'uso e consulta un medico.

Dopo aver visto le proprietà e gli utilizzi, nel prossimo paragrafo vedremo che tipo di prodotti a base di acido salicilico puoi trovare in farmacia.

Prodotti migliori a base di acido salicilico in farmacia

In farmacia è disponibile una varietà di opzioni a base di questo prezioso acido, tante quante sono le potenziali esigenze da soddisfare, come ad esempio:

  • peeling: offrono un trattamento più intenso e concentrato. Sono solitamente consigliati per un utilizzo meno frequente e possono aiutare a esfoliare la pelle, ridurre le macchie scure e migliorare la texture complessiva della pelle;
  • creme: una lozione o crema che contiene acido salicilico offre un’applicazione agevole su specifiche aree del viso o del corpo. Sono ideali per trattare l’acne localizzata o altre condizioni cutanee;
  • Tonico: sono un’opzione più delicata e meno aggressiva. Possono essere usati per purificare la pelle, liberando i pori e contribuendo a prevenire la formazione di imperfezioni;
  • Siero: i sieri sono formulati per una maggiore concentrazione di principi attivi. Possono essere applicati prima della crema idratante per favorire il rinnovamento cellulare e migliorare l'assorbimento degli altri prodotti applicati successivamente;
  • Stick: sono pratici e comodi da applicare direttamente sulle imperfezioni. Sono particolarmente utili per il trattamento di acne localizzata o verruche.

Normalmente, la concentrazione che trovi nei prodotti da farmacia è più bassa rispetto a quella utilizzata nei trattamenti dermatologici, i quali infatti vengono effettuati in maniera più sporadica. Si tratta perciò di formulazioni adatte se desideri un trattamento meno invasivo da fare in casa.

Indipendentemente dalla concentrazione del prodotto che scegli, l'obiettivo di un cosmetico a base di acido estratto dal salice bianco è stimolare il rinnovamento cellulare e favorire l'assorbimento degli altri principi attivi presenti nelle creme che applicherai successivamente. 

Scopri sul sito di eFarma una selezione dei migliori prodotti in base alle tue esigenze. Ricorda che la cura della pelle è un gesto di amore verso il tuo corpo, e una pelle sana e radiosa ti ricompenserà sempre.

Disclaimer

Le informazioni che puoi trovare su questo sito hanno uno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo una diagnosi o una prescrizione di un medico. Si raccomanda di chiedere sempre un consulto professionale in caso di dubbi o domande circa l’adozione di un trattamento o di un farmaco.