Spedizione Gratuita da € 24,90
Categorie

I migliori rimedi per il catarro nelle orecchie

martedì 11 ottobre 2022
I migliori rimedi per il catarro nelle orecchie

Provi una strana e fastidiosa sensazione di ovattamento auricolare? Colpa del catarro alle orecchie.

Un’eccessiva quantità di muco, infatti, è la principale e più comune causa dell’orecchio tappato. Quella del catarro all’orecchio è una patologia tipica del bambino, chiamata anche otite media effusiva. Tuttavia può colpire frequentemente anche gli adulti.

L’aumentata secrezione e l’accumulo di muco auricolare - detto anche catarro tubarico - è dovuta soprattutto ad una infiammazione dell’organo uditivo o alla presenza di un’infezione che coinvolge le vie aeree superiori.

In questo articolo ti parleremo dei migliori rimedi naturali e prodotti per le orecchie tappate da catarro che puoi trovare in para farmacia. Vedremo inoltre come e perché si forma, ma soprattutto quanto ci vuole per risolvere il problema.

Perché si forma il catarro nelle orecchie

Il catarro è il segno clinico di un processo infiammatorio in atto in quella regione che si trova tra la membrana del timpano e l’orecchio interno. Può riguardare un solo orecchio oppure estendersi ad entrambe.

Le normali secrezioni lubrificano le pareti del canale uditivo e facilitano l’eliminazione di germi e sporco. Il catarro invece è una tipologia di muco più denso, appiccicoso e abbondante che si accumula a livello della tromba di Eustachio e non viene adeguatamente drenato.

La presenza di più muco nelle orecchie il più delle volte è da ascrivere a una patologia infiammatoria che può avere diverse cause:

  1. Malformazioni congenite funzionali o strutturali dell’orecchio (es. poca inclinazione delle tube di Eustachio o una loro dimensione inferiore rispetto al normale);
  2. Otite media dovuta a infezioni virali o batteriche che colpiscono le vie aeree superiori; 
  3. Raffreddore e sinusite, patologie tipiche del periodo invernale;
  4. Rinite allergica a piante, pelo di animali, polveri, provoca la produzione di muco;
  5. Ipertrofia delle adenoidi, soprattutto nei bambini, che favorisce l’occlusione delle orecchie e la produzione di catarro.

La formazione di catarro denso nelle orecchie non genera gravi sintomi, ma può comunque influenzare negativamente la sensibilità uditiva. Di solito si manifesta con:

  • Sensazione di orecchie tappate;
  • Ovattamento dei suoni;
  • Rimbombo mentre si parla (autofonia);
  • Arrossamento dell’orecchio;
  • Secrezione di muco dal condotto uditivo.

In base poi a quale sia la causa che scatena l’infiammazione di base, il muco in eccesso nelle orecchie si può accompagnare anche ad ulteriori sintomi come:

  • Dolore all’orecchio (otalgia);
  • Sangue dall’orecchio (otorragia);
  • Ingrossamento dei linfonodi;
  • Alterazioni dell’equilibrio e vertigini;
  • Acufeni;
  • Febbre (in caso di gravi infezioni);
  • Prurito locale;
  • Mal di testa da congestione;
  • Dolore durante la masticazione.

La durata di questi sintomi è di solito transitoria poiché terminano con la risoluzione definitiva dell’infiammazione all'orecchio. Se invece ti stai chiedendo quanto tempo potresti stare con l’orecchio chiuso dal catarro, continua a leggere il prossimo paragrafo per scoprirlo.

Leggi anche: I migliori prodotti per l'igiene e la pulizia dell'orecchio: consigli per orecchie sane.

Catarro tubarico: quanto dura?

Nella stragrande maggioranza dei casi l’orecchio tappato da catarro è una condizione di non grave entità e che regredisce totalmente, spesso anche spontaneamente, senza l’intervento di medicinali.

In linea generale, l’otite media effusiva è un’infiammazione che dura dai 10 giorni ai 30 giorni, se si presenta in una condizione acuta.

In caso di cronicizzazione potrebbe richiedere oltre un mese di trattamento terapeutico. Ecco perché è importante intervenire subito, soprattutto se non vuoi incorrere in problemi uditivi.

Se soffri di catarro nelle orecchie da mesi, probabilmente non hai adottato i rimedi giusti per contrastarlo efficacemente. Scopri come sciogliere il catarro tubarico e liberare le orecchie leggendo il prossimo paragrafo.

Come eliminare il muco dalle orecchie

Per il catarro tubarico esistono tanti rimedi sia farmacologici che naturali. In linea di massima quando c’è del catarro stagnante nell’orecchio interno è necessario favorire la sua l’uscita. 

Le strade per sciogliere ed eliminare il muco dalle orecchie sono essenzialmente due:

  1. Terapia farmacologica;
  2. Rimedi naturali.

Prima di tutto, sarebbe di buona prassi consultare il proprio medico curante. Solo individuando la causa che scatena l’infiammazione è possibile adottare le cure farmacologiche più efficaci.

La terapia medica per il catarro nelle orecchie può comunque accompagnarsi a tutta una serie di rimedi naturali decongestionanti e antinfiammatori, in grado di rendere il muco più fluido e facilmente espettorabile all’esterno.

Prima di dirti quali sono i migliori prodotti che trovi in para farmacia, vediamo nel prossimo paragrafo come eliminare il catarro dalle orecchie con i tradizionali “rimedi della nonna”.

Catarro nelle orecchie: i rimedi della nonna

Un buon metodo naturale fluidificante del catarro nelle orecchie è composto da tutta una serie di accorgimenti da adottare quotidianamente, ovvero:

  • Mantenere il corpo idratato con acqua e/o tisane, brodo e zuppe calde, che aiutano a sciogliere il catarro nelle orecchie;
  • Fare cicli termali di aerosol con acque sulfuree o saline per agevolare la respirazione e l’aerazione delle orecchie;
  • Suffumigi aromatici a base di rosmarino e lavanda o con oli essenziali di menta piperita, eucalipto, timo o mentolo;
  • Oleolito di camomilla che aiuta ad ammorbidire il catarro e a farlo uscire;
  • Cataplasma di argilla tiepido da posizionare a contatto con l’orecchio;
  • Lavaggi frequenti al naso con soluzioni saline;
  • Dormire con il capo rialzato per facilitare la fuoriuscita del muco;
  • Consumare più alimenti ricchi di vitamina C per fortificare le difese immunitarie.

Tutti questi metodi possono rivelarsi utili ad accelerare il processo di guarigione, ma non sostituiscono la terapia prescritta da un medico specialista.

Quali sono i migliori prodotti per le orecchie tappate da catarro

Prima di adottare alcun tipo di rimedio farmacologico, ti consigliamo sempre di sottoporti ad una visita specialistica da un otorino esperto che potrà darti una diagnosi completa e suggerirti la migliore terapia per risolvere il tuo problema.

In para farmacia comunque puoi trovare diversi prodotti efficaci per curare e liberare le orecchie tappate dal catarro. Tra i farmaci maggiormente utilizzati per sciogliere il catarro nelle orecchie ci sono soprattutto:

  • Antinfiammatori non steroidei (FANS), da assumere in caso di dolore;
  • Antibiotici, nel caso in cui l’infezione che causa il catarro sia di origine batterica e quindi provoca febbre; 
  • Cortisonici, ovvero antinfiammatori steroidei che potrebbero essere consigliati per i casi più gravi;
  • Mucolitici, sotto forma di sciroppo o da inalare attraverso aerosol;
  • Spray di tipo decongestionante per orecchie e naso.

In particolare, si utilizza quest’ultima categoria di prodotti decongestionanti nasali e auricolari, perché molto efficaci nel drenare il catarro in eccesso attraverso la tuba di Eustachio.

Questi spray contengono soluzioni isotoniche a base di sostanze oligo naturali dell’acqua di mare ideali anche per l’igiene quotidiana delle orecchie nell’ottica di prevenire anche un accumulo di muco tubarico.

Ora che sai come sciogliere il catarro nelle orecchie , vieni a scoprire l’esclusiva selezione di prodotti presenti sul nostro sito. E continua a seguirci per leggere tanti altri approfondimenti dedicati al benessere a 360°.

Disclaimer

Le informazioni che puoi trovare su questo sito hanno uno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo una diagnosi o una prescrizione di un medico. Si raccomanda di chiedere sempre un consulto professionale in caso di dubbi o domande circa l’adozione di un trattamento o di un farmaco.