Miglior integratore di selenio

Il selenio è una sostanza naturale che svolge, tra l'altro, l'importantissima funzione di proteggere le cellule dallo stress ossidativo e dai danni che esso procura, primo fra tutti un rapido processo di invecchiamento. E', quindi, indispensabile garantire all'organismo il giusto apporto di selenio e in alcuni casi assumere, dietro consiglio del proprio medico, un supplemento di selenio. Vediamo qual è il miglior integratore di selenio e quando è indicato.

Selenio integratore, a cosa serve

Il selenio può essere fondamentale per molteplici funzioni:

  • protegge le cellule dallo stress ossidativo;
  • rallenta il processo di invecchiamento;
  • regola le funzioni immunitarie;
  • contribuisce a difendere da patologie degenerative e cardiovascolari;
  • contrasta il declino cognitivo negli anziani;
  • una carenza di selenio può essere collegata ad un aumento del rischio di sviluppare un tumore al colon, ai polmoni o alla mammella;
  • infine il selenio e lo zinco sono fondamentali per preservare la fertilità maschile perché preserva la vitalità degli spermatozoi e li protegge dai danni causati dallo stress ossidativo. Un integratore di entrambe le sostanze si rivela molto utile nei casi di infertilità maschile perché le selenoproteine sono responsabili dell'integrità e della motilità degli spermatozoi.

Integratore selenio e tiroide

Il selenio è molto importante per proteggere la buona funzionalità della tiroide. Per quale motivo? Il selenio aiuta l'enzima 5-deiodinasi a catalizzare la conversione del pro-ormone tiroideo T4 in T3.

Inoltre è importante assumere un'integrazione di selenio in caso di tiroiditi autoimmuni, perché questa sostanza contribuisce a ridurre le0infiammazone causata dalla patologia e i conseguenti danni.

Carenza di selenio, sintomi

Una vera e propria carenza di selenio è evenienza piuttosto rara, spesso legata all'ipotiroidismo o ad altre patologie. Questo perché il selenio è facilmente reperibile nei cibi come pesci di acqua di mare e molluschi, noci del Brasile, cereali, uova, lievito di birra, broccoli, i cavoli, i cetrioli, i ravanelli, l’aglio e la cipolla.

Selenio integratore, effetti collaterali

E' importante seguire attentamente le indicazioni del proprio medico riguardanti la durata dell''integrazione e le dosi giornaliere. Una quantità eccessiva di selenio può comportare alcuni effetti collaterali come:

  • nausea, vomito, diarrea;
  • vertigini, irritabilità depressione;
  • eruzioni cutanee e dermatiti;
  • fragilità delle unghie;
  • difficoltà respiratorie e sapore metallico in bocca;
  • problemi cardiovascolari;
  • selenio rilevabile nei campioni di urine.

Selenio integratore farmacia

Di seguito nel dettaglio gli integratori di selenio disponibili in farmacia.

Body Spring Selenium A.C.E. Extra è un complemento alimentare a base di Selenio e del complesso di vitamina A, C ed E. Protegge le cellule dallo stress ossidativo e contrasta l’azione dei radicali liberi. E' particolarmente indicato come supplemento alla dieta nei casi di ridotto apporto o di maggior fabbisogno di Selenio, vitamine A, C ed E. La sua formula, potenziata con Acido Lipoico e Betacarotene, migliora le difese dell’organismo e contribuisce a proteggerlo dagli attacchi dei radicali liberi. Risulta utile in presenza di inquinamento, stress, radiazioni UV e uso di alcolici per difendere le cellule dallo stress ossidativo.

100 grammi di Body Spring Selenium A.C.E. Extra contengono 0,01 g di selenio, pari al 136% della dose giornaliera raccomanda.

Solgar integratore di selenio è utile in caso di aumentato fabbisogno di selenio.

Una dose di Solgar Spring Selenium apporta 50 mcg di selenio, pari al 91% della dose giornaliera raccomandata.

Syrel è un integratore alimentare che garantisce un ottimale apporto di selenio all'organismo.

Il selenio presente nella formulazione di Syrel è in forma organica (L-seleniometionina) e per questo ha un'alta biodisponibilità, di circa 2 volte maggiore rispetto alla forma di selenio inorganica.

La formula di Syrel comprende anche BioPerine-Piper Nigrum, un principio attivo del pepe nero che favorisce ed ottimizza l’assorbimento intestinale dei micronutrienti compreso il selenio, e il lievito arricchito al selenio, cresciuto in un terreno di coltura ricco di selenio.