Migliori prodotti per reflusso laringo faringeo

Il reflusso laringo faringeo è una condizione molto comune che interessa principalmente la gola e la parte alta dell’esofago. È poco conosciuta tra le persone, in quanto normalmente si tende ad associare alla parola “reflusso” termini quali “gastrico” o “gastro esofageo”.

A tutti gli effetti, però, si tratta di due disturbi diversi, con sintomatologie distinte e cause riconoscibili per l’uno e per l’altro caso, che condizionano il tuo rapporto con il cibo.

A differenza del reflusso gastrico che provoca acidità localizzata, il reflusso laringo faringeo è caratterizzato da un ritorno dei succhi nella gola, che provoca a seconda dell’intensità diversi disturbi.

Nei prossimi paragrafi ti spiegheremo quali sono le cause e i sintomi, qual è l’alimentazione più consigliata per limitarne gli effetti e quali rimedi naturali e farmaceutici puoi introdurre nel tuo stile di vita per liberarti da questa sensazione di irritazione continua.

Cos’è il reflusso laringo faringeo e da cosa dipende

Il reflusso laringo faringeo consiste in una risalita dei succhi gastrici, della bile e dei gas attraverso lo sfintere superiore dell’esofago.

È proprio questa la differenza principale con il reflusso gastro esofageo, in cui, invece, è lo sfintere inferiore dell’esofago a soffrire di disfunzionalità.

Nel reflusso a livello di laringe e faringe accade che i materiali gastrici contenuti nello stomaco non trovino uno sbarramento all’altezza dell’esofago superiore, avendo libero accesso alla laringe e alla faringe che possono subire infiammazione nelle proprie mucose.

Si riconosce per manifestazioni sintomatiche diverse dal reflusso gastro esofageo, che si caratterizza soprattutto per l’acidità di stomaco e la nausea.

Queste ultime sono raramente presenti nella sintomatologia tipica del reflusso che interessa la laringe e la faringe, che invece si distingue per:

  1. Tosse secca, soprattutto post prandiale;
  2. Secchezza della gola;
  3. Disfonia;
  4. Muco abbondante;
  5. Dolori della gola (faringodinia);
  6. Bruciore del cavo orale;
  7. Salivazione;
  8. Necessità di schiarirsi la gola.

Le cause sono da cercarsi prima di tutto nello stile di vita. Il reflusso e lo stress sono un binomio molto frequente, ma anche cattive abitudini come fumo e alcool possono condizionare la salute delle mucose.

Vediamo più nel dettaglio quali sono le cause principali:

  • Stress: mente e corpo funzionano in equilibrio, e il reflusso può essere una manifestazione di disagio accumulato;
  • Fumo:fumando sigarette, sigari e pipe, indipendentemente dall’avvenuta traspirazione, il fumo si lega alla saliva scendendo nello stomaco, e ovviamente passando per l’esofago, danneggiandolo;
  • Alcolici: soprattutto i superalcolici con un’elevata concentrazione di alcool etilico, ma anche il consumo frequente di vino e birra, possono irritare le pareti esofagee provocando bruciori e alterazioni della funzionalità;
  • Bevande troppo calde: il consumo eccessivo di bevande calde, come caffè, tè, tisane, può causare scottature e forti contrazioni dell’esofago, andando a influire sulla funzionalità dello sfintere superiore;
  • Alimentazione: una dieta ricca di cibi grassi e spezie contribuisce all’affaticamento dell’apparato digerente, diventando causa di reflusso.

A proposito di alimentazione, vediamo nel prossimo paragrafo qual è la dieta che dovresti seguire per limitare le manifestazioni del reflusso.

Reflusso laringo faringeo: quale dieta alimentare bisogna seguire?

Se soffri di reflusso laringo faringeo la risposta a questa domanda ti interesserà molto, infatti correggere l’alimentazione è il primo passo verso un miglioramento della tua condizione. Iniziamo col dire quali sono gli alimenti che possono dare origine al reflusso:

    • Frutta acida, in particolare agrumi e kiwi;
    • Zuccheri, raffinati o grezzi;
    • Lieviti, presenti nei prodotti da forno come pizza, pane, focacce;
    • Grassi vegetali come olio, margarina, olio di palma;
    • Grassi animali, come burro, formaggi stagionati, insaccati, salumi, carni grasse;
    • Latticini, in particolare yogurt magri e formaggi freschi;
    • Cioccolata in particolare fondente;
    • Caffè e tè;
    • Spezie, come pepe, curry e peperoncino;
    • Bevande gassate, come acqua frizzante, gazzosa, acqua tonica, cola, ecc;
    • Alcolici quali vino, birra, grappa, superalcolici, ecc….

Non è eliminando totalmente questi cibi che si risolve il problema del reflusso laringo faringeo, ma facendosi seguire da uno specialista che prescriva una dieta bilanciata ricca di cereali integrali, legumi, verdura e frutta, carni bianche e pesce, e intervenendo sulle proprie abitudini di vita, come spiegato nei prossimi paragrafi.

Curare il reflusso laringo faringeo, quali sono i migliori rimedi naturali

I rimedi che puoi adottare rientrano principalmente nella correzione delle cattive abitudini e nel miglioramento del tuo stile di vita, ma ci sono anche ingredienti naturali e alcune buone pratiche che puoi introdurre.

Per quanto riguarda lo stile di vita:

    1. Riduci lo stress: trova un equilibrio tra i tuoi impegni lavorativi ed il tuo tempo libero, ritagliando momenti per te stesso;
    2. Fai movimento: yoga, pilates e stretching prevedono specifici esercizi per il reflusso laringo faringeo, ed abbinati a passeggiate all’aria aperta ti possono dare sollievo;
    3. Elimina il fumo, impegnati verso questa direzione;
    4. Riduci gli alcolici, limitati nel consumo di vino e birra a pasto, e di aperitivi cocktail e digestivi;
    5. Migliora l’alimentazione, preferendo cibi leggeri e facili da digerire, come pesce, carni bianche, affettati magri, frutta, verdura poco condita, riso ecc;
    6. Fai piccoli pasti durante la giornata, così da non sovraccaricare di lavoro lo stomaco;
    7. Bevi prima o dopo il pasto, ma non durante, così da non diluire i succhi gastrici;
    8. Indossa abiti morbidi in vita;
    9. Dormi con la testa rialzata.

Tra i rimedi naturali che puoi usare per curare il reflusso laringo faringeo trovi l’aloe vera e la malva, che hanno forti proprietà emollienti e rilassanti nei confronti dei tessuti dell’esofago, dello stomaco, della gola e lingua.

Assunte sotto forma di gel o di decotti freddi sono dei toccasana per sistemare gli effetti nocivi del reflusso.

Reflusso laringo faringeo: come si cura e prodotti consigliati

I trattamenti farmacologici e medici che hanno riscontrato maggior successo nella terapia del reflusso prevedono una combinazione di farmaci a lunga protezione, come gli antiacidi, dieta sana e buone abitudini.

Recenti studi hanno evidenziato che per combattere il reflusso laringo-faringeo può essere utile l’acido ialuronico, assunto sotto forma di sciroppo che crea una pellicola tra i cibi, gli acidi e le pareti degli organi atti alla digestione.

Tutti i rimedi specialistici indicati per curare questo disturbo sono comunque formulati con ingredienti capaci di assorbire gli effetti dell’acidità dei succhi gastrici, come:

  • Sodio alginato;
  • Sodio bicarbonato;
  • Calcio carbonato; 
  • Sali minerali

Visitando il sito di Efarma potrai trovare un’ampia disponibilità di medicinali antiacidi e integratori in compresse masticabili, pastiglie e bustine solubili.

Acquista il rimedio più indicato per te scegliendolo tra i migliori brand selezionati dai nostri farmacisti come Maalox, Gaviscon e Aboca, grazie ai quali potrai porre fine al reflusso e a tutti quei disturbi che ti condizionano ad ogni pasto.

Prodotti