Quali sono le migliori lacrime artificiali?

Spesso, quando si indossano le lentine a contatto o si soffre di secchezza oculare, il farmacista o lo specialista consiglia l'utilizzo di lacrime artificiali. Ma cosa sono e come agiscono? Ecco tutto quel che c'è da sapere su questo prodotto e gli elementi da prendere in considerazione per capire quali sono le migliori lacrime artificiali.

Lacrime artificiali: cosa sono?

Si tratta di un fluido che per formula e composizione imita il più possibile quelle delle lacrime vere. Il liquido lacrimale è composto da una base acquosa e da una moltitudine di sostanze come sali minerali, proteine, lipidi e sostanze protettive. Utilizzare delle lacrime artificiali che compensino la mancanza delle lacrime e che svolgano la loro stessa funzione lubrificante. E' il caso di:

  • secchezza oculare;
  • lungo tempo trascorso davanti a schermi e monitor;
  • utilizzo delle lenti a contatto;
  • età avanzata che provoca secchezza oculare.

Le lacrime artificiali sono composte essenzialmente da acqua e sostanze che favoriscono lo scorrimento della palpebra e proteggono la cornea. Essenzialmente le formulazioni delle lacrime artificiali sono a base di:

  • derivati della cellulosa;
  • polivinilalcol;
  • acido ialuronico;
  • povidone.

Le lacrime artificiali si trovano in commercio sotto forma di colliri monodose o multidose.

Il collirio monodose viene venduto in confezioni con un certo numero di flaocnicini che vanno aperti, utilizzati nella loro interezza e gettati via.

Il collirio multidose si apre, si utilizza e si richiude e contiene una certa quantità di prodotto tale da poter fare più applicazioni. Il collirio multidose contiene conservanti e va gettato via dopo 30 giorni dall'apertura.

Come si usano le lacrime artificiali

Le lacrime artificiali vanno instillate nell'occhio come qualsiasi altro collirio: una o due gocce per occhio. In caso di colliri monodose va utilizzato l'intero contenuto del flaconcino.

Se si portano le lenti a contatto bisogna usare le lacrime artificiali quando non si indossano le lenti, ma circa un quarto d'ora prima di metterle. Rimuovere le lenti se si avverte bruciore o irritazione perché in alcuni casi le sostanze contenute nel collirio possono essere assorbite dalla lente e causare irritazione.

In genere per trattare sintomi legati alla secchezza oculare è necessario instillare le gocce sei/otto volte al giorno.

Lacrime artificiali per le lenti a contatto

Chi porta le lenti a contatto dovrebbe preferire un collirio in monodose perché non contiene sostanze conservanti. Questo perché tali sostanze possono irritare l'occhio e possono essere assorbite dalla lentina. Per questo chi indossa le lenti a contatto dovrebbe preferire colliri monodose, generalmente leggermente più costosi, perché più sicuri. Per ridurre il rischio di irritazioni e secchezza oculare quando si indossano le lenti è bene curare con molta attenzione l'igiene delle mani e delle lenti stesse; cambiare le lentine regolarmente seguendo le indicazioni elencate nel foglietto illustrativo contenuto nella confezione, rimuovere le lenti di notte e non portarle per troppo tempo.

Migliori lacrime artificiali in commercio

C'è una vasta scelta di colliri e lacrime artificiali sui banchi della farmacia. Ecco una selezione dei prodotti più efficaci.

Optrex Actidrops 2 in 1 Collirio Reidratante

La sua formula contiene ingredienti che aiutano a reintegrare il film lacrimale e a lubrificare gli occhi; la sua azione riesce a reidratate la barriera acquosa oculare. E' senza conservanti quindi può essere applicato anche con le lenti a contatto.

Composizione: Acqua, Sodio cloruro, PEG 8000, Acido Borico, Ialuronato di sodio, Cloruro di potassio, Clorito di sodio, Clorito di calcio, Cloruro di magnesio, Perossido di idrogeno.

Formato: flacone da 10 ml

Lacrimalfa collirio 20 flaconi monodose

Lacrimalfa Collirio è una soluzione a base di Sodio cloruro, Sodio bicarbonato e Magnesio solfato. La sua applicazione facilita l'inserimento delle lenti a contatto.

Composizione: Principi attivi contenuti in 100 ml di soluzione: Sodio cloruro 1g, Sodio bicarbonato 0,1 g, Magnesio solfato 0,05 g. Eccipienti: Sodio fosfato monobasico, Acqua depurata.

Formato: 20 flaconcini monodose

Celluvisc Collirio 30 flaconcini

1 o 2 gocce istillate nel sacco congiuntivale alleviano secchezza oculare e fastidio.

Composizione: Principio attivo: 10 mg di Carmellosa sodica Eccipienti: sodio cloruro, calcio cloruro diidrato, potassio cloruro, sodio lattato, magnesio cloruro esaidrato, acqua purificata.

Formato: 30 flaconcini monodose

Naturalmente è bene non ignorare mai una secchezza oculare prolungata, con bruciore, lacrimazione eccessiva ed irritazione. Non bisogna continuare ad indossare le lenti in presenza di questi sintomi, non cercare di lenirli con le lacrime artificiali. Se i disturbi perdurano va consultato l'oculista.

Prodotti consigliati