Rash cutaneo, cause e rimedi

Il rash cutaneo è un’alterazione visibile della pelle, sia sotto il profilo della consistenza che dell'aspetto esteriore. Si caratterizza solitamente da pelle gonfia e irritata, spesso accompagnata anche da macchie rosse, prurito e vesciche, che provocano dolore. In altri casi l’epidermide può ricoprirsi di placchette ruvide al tatto. Il rash cutaneo può apparire all’improvviso o gradualmente, e può essere il sintomo di molti e diversi problemi medici, come allergie, malattie autoimmuni, infettive o anche psicologiche.

Come si presenta un rash cutaneo

Il rash cutaneo si presenta in diversi fenomeni, limitati ad alcune aree anatomiche oppure a tutto il corpo, dai quali – in molti casi – è possibile anche risalire alla causa scatenante.

  • Macula;
  • Vescicola;
  • Bolle;
  • Pustole;
  • Fruncolo;
  • Ponfo;
  • Placca;
  • Ulcera;
  • Squama.

Quali possono essere le cause

Tra le patologie e situazioni in grado di provocare un rash cutaneo, ci sono:

  •  Punture o morsi di insetto;
  • Allergia;
  • Dermatite da contatto con sostanze irritanti;
  • Reazioni a farmaci;
  • Dermatite atopica;
  • Malattie esantematiche;
  • Fuoco di Sant’Antonio (Herpes Zoster);
  • Infezioni micotiche o da sreptococchi;
  • Psoriasi;
  • Artite reumatoide;
  • Lupus eritematoso sistemico (LES);
  • Eccessiva esposizione al sole;
  • Stress.

Quali sono i sintomi?

Il rash cutaneo è già di per se un sintomo, ma può essere associato a:

  • Arrossamento localizzato;
  • Purito diffuso;
  • Sensazione di dolore;
  • Infiammazione e calore;
  • Gonfiore. 

Il rash cutaneo nei bambini

Il rash cutaneo nei bambini è un disturbo molto frequente durante l’infanzia.  Può associarsi ad una dermatite da pannolino, nei neonati, oppure a malattie esantematiche, quali:

  • Morbillo;
  • Varicella;
  • Rosolia;
  •  Scarlattina;
  • Quinta malattia (eritema infettivo);
  • Sesta malattia (Esantema Critico);
  • Malattia mani-piedi-bocca.

Quali sono i rimedi?

I rimedi per curare un rash cutaneo sono strettamente collegati alla causa che ne sta all’origine. Una volta individuata attraverso un iter diagnostico, sarà dunque possibile intervenire e risolvere lo sfogo cutaneo, per mezzo del trattamento più adatto allo specifico caso. I rimedi per le eruzioni cutanee possono andare da trattamenti topici (come pomate antibiotiche, creme a base di cortisonici e antistaminici, detergenti) fino a terapie orali.

Quale trattamento consigliamo?

Il trattamento consigliato dal nostro farmacista è una emulsione per uso topico a base di vitamina K1, acido ialuronico e altre sostanze emollienti e idratanti, indicato per il trattamento locale di lesioni, irritazioni e rash cutanei. Questo dispositivo medico svolge un’azione lenitiva e favorisce la corretta idratazione e ristrutturazione dell’epidermide, facilitando il processo naturale di guarigione delle ferite.

  1. VigorSkin K1 Plus Crema con Vitamina K1 Anti-rash Cutaneo 100 ml

    VigorSkin K1 Plus è una emulsione per uso topico a base di Acido Ialuronico ed elementi idratanti e ristrutturanti, formulata per trattare ferite, ir...
    Prezzo 15,07 € 15.07

    Prodotto Non disponibile

Quali accorgimenti adottare?

È molto importante seguire alcuni accorgimenti per la cura della pelle colpita da rash cutaneo.

  •  Evitare di grattare o sfregare l’area in cui compare lo sfogo;
  • Lasciare la pelle il più possibile esposta all’aria;
  • È inoltre consigliabile per la pulizia utilizzare acqua tiepida e detergenti delicati.

Quando rivolgersi al proprio medico?

Il rash cutaneo ha solitamente carattere transitorio, quando non scompare naturalmente o perdurasse anche dopo la cura prescritta, bisogna consultare un medico specializzato in dermatologia. 
L’intervento del medico è sempre consigliato anche nel caso in cui c’è il sospetto di essere stati punti da una zecca o se il rash  può dipendere dall’assunzione di farmaci. 
Qualora poi dovessero subentrare sintomi come dolore alle articolazioni, mal di gola, febbre o difficoltà respiratorie o sensazione di soffocamento, ma anche nel caso in cui lo sfogo appaia come una striscia rossa, gonfia e sensibile al tatto (sintomo di infezione), si consiglia di recarsi velocemente al pronto soccorso.