Come migliorare la qualità del sonno: combatti l’insonnia

A tutti quanti noi fa bene dormire. Si stima che le ore di sonno funzionali per il nostro organismo, debbano essere 7 per notte. In questo modo dovremmo essere in grado di mantenere equilibrate tutte le attività del nostro corpo.

Dormire bene, quindi tranquilli senza essere disturbati dal suono delle notifiche del cellulare per esempio, aiuta a:

  • Far funzionare in modo equilibrato tutti gli organi del nostro corpo. Bisogna pensare al muscolo del cuore, il quale è sottoposto a un minore stress durante le ore notturne e ha quindi il tempo di ricaricarsi per affrontare il nuovo giorno;
  • Comporta degli enormi benefici al sistema cardiovascolare. Infatti, il rischio dell’infarto è maggiore per i soggetti che soffrono d’insonnia;
  • Aiuta la concentrazione e la creatività. Dormire è un’attività necessaria per il nostro cervello, perché aiuta a ripulire la nostra memoria delle informazioni “spazzatura” che abbiamo acquisito durante il giorno.

Fare sette ore a notte di sonno regolare, inoltre, aumenta le difese immunitarie, il che per esempio è un enorme vantaggio per combattere le influenze di stagione.

Dormire non vuol dire solo riposare, ma proprio concedere al corpo quel giusto equilibrio che gli occorre per lavorare meno, prevenendo così molte patologie.

Se ci fai caso, infatti, quando dormi poco e male sei più irritato, deconcentrato e ti ammali più facilmente.

Ergo dormire non dovrebbe essere un’opzione, ma una necessità non rimandabile. Andiamo ora a capire meglio da cosa però può dipendere il disturbo del sonno.

Da cosa dipende il disturbo del sonno

Il sonno può essere disturbato da tanti fattori, come:

  • L’uso eccessivo di dispositivi elettronici durante il giorno. Ad esempio è accertato che la luce blu degli schermi dei cellulari o del computer stressa molto i nostri occhi e il nostro sistema nervoso, poiché ci mantiene svegli più a lungo del necessario. Prima di andare a dormire, almeno due ore prima, non bisognerebbe utilizzare PC e cellulare;
  • Mangiare molto a cena. Fare pasti molto abbondanti non contribuisce a un sonno rilassante e riposante, soprattutto se dopo cena ci si butta subito sul divano senza nemmeno fare una passeggiata, favorendo così la digestione;
  • Fare attività fisica prima di andare a dormire. Il nostro corpo non deve essere sottoposto ad attività cardiache poco prima di andare a dormire. Una passeggiata fa bene, ma non bisogna stressare il cuore. L’attività fisica va fatta prima di cena, mai dopo;
  • Avere una temperatura in casa o troppo calda in inverno o troppo fredda in estate. Bisogna equilibrare la temperatura in casa, che dovrebbe essere in media di 18° C;
  • Possibile Jetlag causato da un viaggio intercontinentale;
  • Dormire con la luce accesa non contribuisce a rilassarsi;
  • Ascoltare musica a volume alto o comunque un tipo di musica che non contribuisce a farci rilassare.

Se soffri di insonnia, invece, la questione è ben più complicata perché potrebbe dipendere da fattori terzi che riguardano le tue abitudini di vita, personale e professionale.

Ad esempio, coloro che soffrono d’insonnia sono spesso anche persone che subiscono molto stress sul lavoro. Persone che hanno orari di lavoro che non gli consentono di praticare sport o attività per scaricare la tensione.

Quest’ultima, infatti, si accumula e pone il cervello in uno stato di continua tensione, che ovviamente non aiuta ad addormentarsi sereni.

I disturbi del sonno, in casi più gravi, sono anche indice di una possibile depressione causata da un trauma, una separazione sentimentale o un lutto. Sarebbe bene in quel caso rivolgersi a uno specialista per farsi aiutare.

Come migliorare il sonno con dei rimedi naturali

Ci sono sicuramente dei rimedi naturali che si possono utilizzare per migliorare il sonno, come:

  • Mangiare leggero prima di andare a dormire, soprattutto cibi contenenti sostanze come il triptofano - amminoacido essenziale che aumenta i livelli di serotonina e malatonina;
  • Non bere caffè o tè dopo le 17.00, poiché rappresentano bevande eccitanti;
  • Assumere bevande - come le tisane ad esempio - o integratori alimentari contenenti Verbena o Valeriana o Melissa.

In alternativa a questi rimedi ci sono molti prodotti per dormire naturali che possono aiutarti a migliorare la qualità del sonno.

  • Compresse naturali per dormire;
  • Gocce per dormire naturali;
  • Pastiglie naturali per dormire;
  • Pillole naturali per dormire.

Tra gli altri consigli, sempre naturali che ti possiamo dare, eccone alcuni estremamente semplici per favorire il miglioramento del sonno:

  • Bere latte caldo e miele prima di andare a dormire;
  • Fare un bagno o una doccia calda per rilassarsi;
  • Ascoltare musica rilassante o fare meditazione;
  • Leggere un libro.

Per dormire bene, comunque, è necessario svolgere una vita equilibrata e regolare, mangiare sano e fare sport.

Questo è il mese del sonno, dedicato quindi proprio a tutti consigli utili per migliorare le ore del tuo riposo.

Visita la pagina del nostro sito dove puoi trovare tutti i prodotti per dormire per frequenti risvegli notturni o Jetlag

Visita la pagina del nostro sito dove puoi trovare tutti i prodotti per favorire il sonno e il rilassamento, 

Prodotti consigliati