Smagliature post parto: come eliminarle

La gravidanza è un momento importante per una donna, sia dal punto di vista fisico che da quello emotivo. Si attraversano importanti saliscendi di emozioni e nel corso dei 9 mesi di gestazione si vede il proprio corpo che, in maniera inevitabile, cambia aspetto e forma.

Il cambiamento è graduale e si ha, per fortuna, il tempo di abituarsi a un nuovo aspetto. Tutte le future mamme prima o poi inizieranno a porsi domande come queste:

... Dopo il parto tornerò come prima?

... Riuscirò a rientrare nei miei jeans preferiti?

... La mia pelle sarà ancora morbida e liscia come prima della gravidanza?

Se per ritrovare la forma fisica occorreranno un po’ di attività fisica, alimentazione equilibrata e tanta buona volontà, per quanto riguarda l’aspetto della pelle bisogna prepararsi in anticipo per prevenire l’inestetismo più temuto dalle neo mamme e in assoluto quello più
diffuso, cioè le smagliature.

In questo articolo ci concentreremo su come si formano le smagliature post parto e come si eliminano una volta comparse.

Smagliature post parto: perché compaiono

Ci sono risposte contrastanti, a proposito della domanda:

“Le smagliature possono comparire dopo il parto?”

Quella che sembra avere maggior credito è questa: erroneamente molte mamme sono portate a credere che le smagliature compaiano dopo il parto, ma solo perché durante la gestazione non ne hanno notato la formazione.

Questa però potrebbe essere solo un’illusione perché le cosiddette smagliature post gravidanza, in realtà sono solite formarsi molto prima che il bambino nasca.

Durante la gestazione, nella zona addominale, la pelle si tende fino a 10 volte la norma, e questa condizione potrebbe mascherare la formazione delle smagliature, le quali diventano ben più visibili dopo il parto, quando la pelle inizia a tornare alla normalità.

Inoltre, bisogna aggiungere che all’inizio le smagliature sono meno evidenti, diventando invece sempre più visibili con il passare del tempo.

Smagliature in gravidanza: come riconoscerle

Durante la gravidanza la pelle si estende in maniera anomala, sia nella zona addominale che sul seno. È in queste zone, infatti, che si concentrano la maggior parte delle smagliature.
Essendo però questo inestetismo legato anche all’aumento di volume generale del corpo, si precisa che potrebbero comparire anche in altre parti del corpo, come le braccia, i fianchi, l’ombelico e le cosce.

Ma come si riconoscono le smagliature? Si notano perché hanno la forma di lunghe e sottili cicatrici che, quando compaiono, hanno un colore rosso che si schiarisce lentamente, fino a diventare bianco perlato. Sarebbe importante intervenire sulle smagliature rosse, che sono più semplici da eliminare, poiché per cancellare quelle bianche non si può far altro che ricorre alla chirurgia estetica.

Smagliature post gravidanza: come eliminarle

Quando ci viene chiesto dalle future mamme, “per le smagliature post parto cosa devo fare?”, consigliamo sempre di giocare in anticipo e cercare il più possibile di prevenirle. È importante tenere la pelle sempre idratata, sia attraverso l’alimentazione che con l’uso di alcuni prodotti. Suggeriamo di bere molta acqua e mangiare verdura e frutta, sia fresca che secca.

Tra i prodotti per eliminare le smagliature post gravidanza, i più noti sono quelli a base di olio di mandorle dolci, olio di rosa canina, collagene, elastina e vitamina E.

Questa vitamina ha numerose proprietà e risulta essere davvero importante proteggere la pelle dall’azione dei radicali liberi: questo le consente di rallentare l’invecchiamento cellulare e accelerare la guarigione delle lesioni cutanee, tra cui appunto, le smagliature, che sono considerate vere e proprie cicatrici.

L’uso di prodotti per eliminare le smagliature post gravidanza, grazie alle loro formulazioni elasticizzanti, aiuta a levigare la pelle e a schiarire questi inestetismi, facendo sembrare la pelle più omogenea e liscia.

È importante utilizzare i prodotti per le smagliature sia durante la gravidanza che subito dopo il parto, in modo da mantenere la pelle sempre elastica e idratata, sia quando è al massimo della sua tensione che quando inizia a tornare alla normalità.

I farmacisti di eFarma consigliano:

Rilastil Smagliature

Una linea completa di prodotti in crema, gel o fiale che contengono isoaminoacidi, che favoriscono l’elasticità della pelle e la rendono più resistente, allanotina che aiuta i processi di riparazione della pelle, il sodium butyroyl hyaluronate che idrata e lenisce la pelle, rendendola più elastica e un complesso vitaminico che svolge una funzione antiossidante.

Bio-Oil Smagliature

Aiuta a prevenire la formazione delle smagliature e a migliorare l’aspetto di quelle che si sono già formate grazie alle vitamine presenti nella sua formulazione che stimolano la produzione di collagene utile e favoriscono la rigenerazione delle cellule epiteliali.

Lierac Phytolastil

Una linea che comprende fiale, gel e siero che contengono un complesso ristrutturante a base di alchemilla, edera ed equiseto. La formula iper-concentrata di questi prodotti favorisce la regressione anche delle smagliature già formate.

Somatoline Crema Antismagliature

Contiene oli di jojoba e di germe di grano, estratto di Sophora japonica e di spirulina, Vitamina E, e altri attivi cosmetici che nel complesso rendono l’elastina più resistente all’enzima responsabile del degrado delle fibre elastiche, stimolano il processo di rinnovamento della pelle, attenuano le smagliature nuove e migliorano l’aspetto di quelle già presenti.

Le smagliature post parto sono dolorose?

Le smagliature compaiono in seguito alla lacerazione, in alcuni punti, del tessuto connettivo e si manifestano in superficie sull’epidermide come dei solchi, che dapprima hanno un colore rosso tendente al viola e poi iniziano a schiarirsi fino a diventare bianco perla.

Anche se vanno considerate come delle cicatrici, la loro formazione non è dolorosa. Sono piuttosto un inestetismo fastidioso esteticamente, che può causare disagio nelle mamme se molto evidenti. Proprio per queste considerazioni, è importante prevenire la loro formazione piuttosto che intervenire per eliminarle una volta comparse.