I migliori integratori per ossa e articolazioni dei cani

La capacità di muoversi liberamente, di correre e giocare è un ottimo segnale che il nostro cane è in forma e in salute. Tutto dipende però dalla salute delle sue articolazioni che può essere minacciata da malattie come le displasie, e dall’artrosi che molto spesso ne consegue. Vediamo quindi, come assicurare salute e benessere alle articolazioni dei nostri amici a 4 zampe.

Articolazioni a rischio artrosi. È la displasia il rischio più frequente

Uno dei problemi articolari più frequenti nei cani sono le cosiddette displasie (es. dell'anca): malformazioni genetiche, che colpiscono soprattutto i cani di taglia grande e gigante, ma anche i più piccoli ne possono essere affetti. La displasia all'anca è ereditaria e solo attraverso una selezione rigida dei cani riproduttori si può sperare di ridurre l'incidenza della malattia. Inoltre, uno stile di vita troppo sedentario o un'attività fisica svolta in modo errato o eccessivo, insieme al sovrappeso del cane e a un’alimentazione poco equilibrata, possono aggravare questo tipo di problema.

La conseguenza obbligata molto comune delle displasie è l’artrosi (o osteoartrite): una patologia che può colpire il cane anche in tenera età e che genera dolori articolari gravi e a volte insopportabili. Oggi sappiamo che l’artrosi è definita “patologia d’organo” perché colpisce tutti i tessuti articolari: la cartilagine degenera, l’osso si addensa e si arricchisce di escrescenze ossee (osteofiti) causa di grande dolore, la membrana sinoviale si infiamma e muscoli e legamenti si atrofizzano, peggiorando ancora di più la stabilità e il corretto funzionamento dell’articolazione malata.

I fattori che aggravano l’artrosi

Tra i principali fattori che peggiorano l’artrosi possiamo elencare:

  • Il sovrappeso: un eccesso di peso implica una sollecitazione eccessiva e continua delle articolazioni. Inoltre, nel periodo dello sviluppo l'assunzione di cibi eccessivamente calorici o disequilibrati per apporto di minerali (calcio) può portare, soprattutto nei cani di taglia grande, a un accrescimento troppo rapido e a uno sbilanciamento tra la crescita ossea (più rapida) e quella muscolare (più lenta). Il risultato è una diminuzione della stabilità delle articolazioni e un aggravamento del processo artrosico scatenato dalla displasia.
  • L’età: con il passare degli anni, le articolazioni si consumano progressivamente.
  • La razza: alcune razze sono più predisposte alle displasie fonte di artrosi (es: Golden Retriever, Pastore Tedesco, Labrador Retriever e Rottweiler)

I principali sintomi dell’artrosi

L’artrosi nel cane si presenta solitamente con difficoltà di movimento e anomalie di andatura (es. zoppia classica, passi corti e rigidi o corse “a coniglio”). Molte volte, però, non ci accorgiamo del dolore del nostro cane. Anziché camminare vistosamente male, può ad esempio dirci che “sta soffrendo” modificando il comportamento e le sue normali abitudini di vita. Ecco perché dobbiamo fare attenzione ai mille modi diversi con cui il nostro amico a quattro zampe ci sta comunicando il suo disagio articolare:

  • fatica a salire e scendere le scale
  • gli riesce difficile stare seduto o sdraiato
  • non salta più sul divano o in macchina
  • si siede spesso dopo piccole corse
  • si stanca facilmente o resta indietro durante le passeggiate
  • ringhia, guaisce o tenta di mordere se toccato sulle articolazioni
  • ha cambiato appetito, sonno e abitudini eliminatorie.

I rimedi contro il rischio di artrosi

Esistono alcuni semplici accorgimenti molto utili nel favorire il benessere articolare del nostro cane controllandone il rischio artrosi.

  • Visite veterinarie precoci per diagnosticare e trattare in anticipo le malattie articolari fonte di artrosi
  • Mantenimento di un peso ottimale per evitare il sovraccarico delle articolazioni
  • Controllo dell’attività fisica per evitare da un lato una vita troppo sedentaria che facilita il sovrappeso e il conseguente sovraccarico articolare e, dall’altro, un’esagerata attività che soprattutto nei cuccioli può comportare lesioni articolari.
  • Supportare le articolazioni con un’integrazione dietetica adatta a migliorare il metabolismo cartilagineo e ad ottimizzare la stabilità delle articolazioni.

Condrogen Energy è l’alimento complementare di Innovet nato da un progetto di ricerca più che ventennale svolto in collaborazione con i migliori centri italiani di Ortopedia Veterinaria. Grazie all’esperienza accumulata da Innovet nel settore della protezione articolare, la formula esclusiva di Condrogen® Energy è in grado di svolgere una duplice azione:

  • nutre e rinforza la cartilagine, grazie al contenuto di condroitin solfato e glucosamina;
  • migliora la stabilità e il funzionamento delle articolazioni aumentando la performance dei muscoli.

Condrogen® Energy contiene infatti Oxiforce, un esclusivo complesso di nucleotidi e SOD (superossido dismutasi). I nucleotidi sono composti che migliorano il rendimento fisico, aumentando potenza muscolare e resistenza, e facilitando il recupero dopo esercizio fisico prolungato. La loro supplementazione contribuisce infatti a ridurre i livelli circolanti di acido lattico, uno dei principali indicatori di affaticamento muscolare. La SOD è la principale difesa antiossidante dei tessuti. Studi condotti in cani sportivi hanno dimostrato che l’integrazione dietetica con SOD mantiene pressoché invariata la capacità antiossidante totale anche dopo intenso esercizio fisico. A tutto vantaggio della performance fisica ed energetica delle articolazioni sotto sforzo.

Grazie a queste esclusive azioni sinergiche, Condrogen® Energy è particolarmente indicato per garantire la salute delle articolazioni di:

  • cuccioli di razze grandi/giganti, per un corretto sviluppo articolare;
  • cani sportivi (es. agility, disc-dog, canicross, coursing);
  • adulti sottoposti a intenso carico ed usura articolare (es. cani da soccorso, cani in sovrappeso).

Prodotti