I migliori antiparassitari per cani e gatti

Gli antiparassitari sono i fedeli alleati di chiunque abbia con sé un cane o un gatto. Specialmente ora, che si entra nella stagione calda e quindi aumentano gli insetti e i parassiti che, solitamente, li colpiscono.

Ma a cosa serve un antiparassitario e qual è il suo significato?

L’obiettivo principale è la protezione. Come vedremo in questo articolo, si tratta perlopiù di prodotti chimici in grado di uccidere i parassiti o impedirne la crescita.

Al contrario di ciò che potresti pensare, un antiparassitario protegge gli animali ma anche l’uomo.

In commercio ne esistono davvero tantissime tipologie. Continua a leggere l’articolo per scoprire quelle più efficaci.

A cosa servono gli antiparassitari?

Gli antiparassitari, dunque, sono prodotti utilizzati per proteggere i nostri amici a 4 zampe dalle infestazioni causate dai parassiti e dalle malattie associate ad esse.

Ma quali sono i principali parassiti a cui prestare attenzione?

  1. Pulci;
  2. Zecche;
  3. Zanzare;
  4. Pappataci.

Pulci

Insetti che si nutrono di sangue. Privi di ali e generalmente attivi dall’estate fino all’autunno. Come fare per capire se il tuo amico a 4 zampe ha le pulci? Fai attenzione al suo comportamento.

Se inizia a grattarsi improvvisamente, o scatta di colpo perché non riesce a tollerare il prurito. Alcuni animali, inoltre, possono presentare rossore perché allergici alla saliva delle pulci.

Dopo aver trovato un rimedio per il tuo cane o gatto, disinfesta anche gli ambienti in cui vivete, perché le uova e le larve delle pulci possono depositarsi ovunque.

Le zecche

Un tipo di acari che si nutre di sangue. Si sviluppano molto più facilmente in ambienti caldi e secchi. Si è abituati a pensare che sia il morso della zecca a provocare danni al cane o al gatto, quando in realtà il morso in sé è indolore e spesso passa inosservato.

I sintomi arrivano quando la zecca inizia a nutrirsi del sangue e pian piano cresce di volume. Puoi accorgerti della sua presenza se noti una zona gonfia e arrossata sulla pelle del tuo piccolo amico.

Le zanzare

Fastidiose per gli uomini e anche per gli animali. Portatrici della filaria, ovvero la filariosi cardiopolmonare e della leishmaniosi. Portano le larve da un soggetto malato ad uno sano, ma solo dopo qualche mese saranno visibili i primi sintomi.

Nelle forme più gravi, molti cuccioli hanno problemi cardiaci e di circolazione.

Pappataci

Piccoli insetti molto simili alle zanzare. Il pericolo è la loro capacità di diffondere la leishmaniosi, una malattia che può essere mortale per l’animale e in grado di diffondersi anche all’uomo.

Sono principalmente attivi da maggio ad ottobre e dopo il tramonto.

La funzione di un antiparassitario appare quindi di vitale importanza. La sua azione protettiva ti aiuterà a proteggere il tuo cane e tutte le persone che vivono con lui.

Continua a leggere per scoprire gli antiparassitari presenti in commercio.

Antiparassitari per cani e gatti, qual è il migliore?

In commercio esistono tante tipologie diverse di antiparassitario. Alcune sono a base di sostanze chimiche, altre invece totalmente naturali e prive di rischi.

Tra le soluzioni più utilizzate troviamo:

  • Collari;
  • Pipette;
  • Salviette usa e getta;
  • Antiparassitari chimici;
  • Shampoo;
  • Fluido spray.

I collari sono piuttosto efficaci su ogni tipo di parassita e, a seconda della tipologia, possono durare da 4 a 10 mesi circa. Come funzionano? Rilasciano lentamente una sostanza tossica, allo scopo di allontanare i parassiti.

L’efficacia è maggiormente garantita sulla zona in cui si trova il collare, mentre le parti del corpo più lontane rischiano di rimanere scoperte.

Anche l’antiparassitario per cani sotto forma di pipette è molto efficace su tanti tipi di parassiti. La durata varia da 3 a 4 settimane circa.

Devono essere posizionate sulla pelle del tuo cucciolo, non sul pelo, nella zona del collo o tra le scapole. Sarà il prodotto a diffondersi sul corpo, senza bisogno di spargerlo in alcun modo.

Gli antiparassitari chimici sono a base di sostanze insetticida come:

  1. Fipronil;
  2. Permetrina;
  3. Imidacloprid;
  4. Methoprene;
  5. Deltametrina.

Lo shampoo funziona solo contro i parassiti adulti. Abbassa notevolmente i rischi di tossicità, ma rispetto ad altre soluzioni è meno efficace nel tempo. Infatti, la durata è di circa due settimane.

Per finire, i fluidi e gli spray sono forse quelli meno utilizzati, ma particolarmente validi nel trattare gli ambienti in cui il cane trascorre buona parte del suo tempo: la cuccia, i tappeti, ecc.

L’azione di questi prodotti dura un paio di settimane, ed è possibile utilizzarli anche direttamente sul cane (naturalmente se sono prodotti naturali).

Attenzione, alcuni prodotti in commercio sono semplici cosmetici, dunque non contengono principi antiparassitari.

Nel prossimo paragrafo parleremo dell’efficacia di questi prodotti che non hanno basi chimiche.

Rimedi naturali come antiparassitario per cuccioli: funzionano?

È molto importante adottare soluzioni sostenibili e che non rappresentino un rischio per i nostri amici a 4 zampe. In realtà, quando si tratta di prodotti naturali e parassiti, la situazione è un po’ diversa.

Risulta difficile, infatti, dimostrare l’efficacia di quei prodotti che non contengono alcuna sostanza chimica.

Anzi, in alcuni casi potrebbero addirittura essere pericolosi. Per questo motivo, il nostro consiglio è quello di rivolgersi ad un veterinario, prima di adottare qualsiasi rimedio fai da te.

Presta attenzione ad un aspetto importante: l’etichetta. Se sul prodotto è riportato il numero AIC (attribuito dall’Agenzia Italiana del Farmaco), allora è stato autorizzato come antiparassitario.

Se, invece, sull’etichetta trovi l’elenco degli ingredienti (INCI), come accade per un normale sapone, allora stai acquistando un prodotto per pulire l’animale, ma privo di azione antiparassitaria.

Ora che ti abbiamo fornito un quadro piuttosto completo degli antiparassitari in commercio, vediamo come utilizzarli.

Come utilizzare un antiparassitario per cane e gatto

Abbiamo visto che gli antiparassitari, anche quelli privi di sostanze chimiche, possono non essere del tutto innocui per i nostri amici a 4 zampe.

Per questo, è importante adottare una serie di comportamenti per garantire la sicurezza del tuo cucciolo e anche la tua.

  1. Attieniti alle indicazioni delle etichette;
  2. Scegli la quantità di prodotto da applicare in base al peso del tuo cane o gatto;
  3. Se l’animale è malato, consulta il medico prima di applicare un antiparassitario;
  4. Non usare un antiparassitario per cani su un gatto e viceversa;
  5. Indossa i guanti e proteggi occhi e pelle;
  6. Esegui le operazioni in una stanza aperta e arieggiata;
  7. Tieni lontani i bambini.

Se seguirai i nostri consigli e ti atterrai a queste norme di comportamento, riuscirai a proteggere la salute del tuo cane e anche quella di chi abita con te.

Ora non ti resta che scegliere il prodotto più adatto alle tue esigenze.

Sul sito di eFarma troverai varie tipologie di antiparassitari, selezionati dai nostri farmacisti tra i migliori brand del settore come Frontline e Candioli Farmaceutici.

Prodotti