Spedizione Gratuita da € 24,90
Categorie

Segnalazione di illeciti (Whistleblowing)

Materiale Informativo

Il decreto Legislativo n. 24/2023 ha apportato alcune modifiche alla disciplina relativa al whistleblowing, in particolare sulle modalità di segnalazione di illeciti e di relativa gestione da parte degli Enti.

Il whistleblowing è uno strumento legale per segnalare eventuali condotte illecite che si riscontrano nell’ambito della propria attività lavorativa.

Il decreto 24/2023 ha introdotto nuove e importanti tutele per coloro che segnalano e ha obbligato organizzazioni pubbliche e private ad utilizzare modalità anche informatiche e strumenti di crittografia per garantire la riservatezza dell’identità del segnalante e di tutti i soggetti menzionati nella segnalazione, del contenuto delle segnalazioni e della relativa documentazione.

Cosa puoi segnalare

I comportamenti, gli atti o le omissioni che danneggiano l’interesse pubblico o l’integrità della tua azienda.

Se lavori nel settore privato, in un’azienda con almeno 50 dipendenti o, anche se con organico inferiore, che opera nei settori bancario, del credito, dell’investimento, dell’assicurazione e della riassicurazione, delle pensioni professionali o dei prodotti pensionistici individuali, dei titoli, dei fondi di investimento, dei servizi di pagamento, puoi segnalare:

  • la violazione del modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.Lgs. n.231/2001, se la tua azienda lo ha implementato;
  • la violazione del diritto UE e della normativa nazionale di recepimento.

Tra le violazioni del diritto UE e della normativa nazione di recepimento (rilevanti sia per il settore pubblico che per quello privato) rientrano:

  • illeciti in materia di appalti, servizi, sicurezza dei trasporti, degli alimenti e dei mangimi, salute e benessere degli animali, salute pubblica, riciclaggio, finanziamento dei terrorismo, servizi, prodotti e mercati finanziari, protezione dei consumatori, tutela dell’ambiente e del dati personali;
  • atti od omissioni che ledono gli interessi finanziari dell’unione europea (frodi, attività illegali);
  • gli atti e comportamenti che vanificano l’oggetto o la finalità delle disposizioni di cui agli atti dell’Unione;
  • la violazione delle norme dell'unione europea in materia di concorrenza e di aiuti di stato, atti che violano le norme in materia di imposta sulle società o i meccanismi il cui fine è ottenere un vantaggio fiscale che vanifica l'oggetto o la finalità della normativa applicabile in materia di imposta sulle società;

Cosa non puoi segnalare

  • Contestazioni, rivendicazioni, richieste legate ad un tuo interesse personale che attengono al tuo rapporto lavorativo.
  • Le segnalazioni di violazioni laddove già disciplinate in via obbligatoria dagli atti dell'Unione europea o nazionali.

Quali sono i tuoi diritti

Riservatezza

La tua identità non può essere rivelata a persone diverse da quelle competenti a ricevere o dare seguito alle segnalazioni.

La riservatezza è estesa anche all’identità delle persone coinvolte e delle persone menzionate nella tua segnalazione fino alla conclusione dei procedimenti avviati in ragione della segnalazione

Hai diritto a non subire ritorsioni in conseguenza diretta della segnalazione effettuata

Sono ritorsioni i seguenti comportamenti:

Il licenziamento, l’adozione di provvedimenti disciplinari, la sospensione dal lavoro e/o dalla retribuzione, il demansionamento, il trasferimento lavorativo, la modifica dell’orario, le referenze negative, la mancata promozione, il mancato rinnovo o la risoluzione anticipata di un contratto a termine, la perdita di opportunita’ economiche, il discredito nei tuoi confronti attraverso contenuti pubblicati anche sui social media, la conclusione anticipata o l'annullamento del contratto di fornitura di beni o servizi, l'annullamento di una licenza o di un permesso;

La tutela contro le ritorsioni è estesa anche a

  • chi ti ha aiutato nel processo di segnalazione,
  • le persone del tuo medesimo contesto lavorativo e che siano a te legate da uno stabile legame affettivo o siano tuoi parenti entro il quarto grado,
  • i colleghi di lavoro con cui hai un rapporto abituale,
  • gli enti di tua proprietà o per cui lavori o che operano nel tuo medesimo contesto lavorativo.

Non puoi essere punito

Se, al momento della segnalazione sei costretto a rivelare, in quanto necessarie a ricostruire il fatto illecito segnalato, informazioni coperte dall’obbligo di segreto (diverso da quello professionale forense e medico), relative alla tutela del diritto d’autore od alla protezione dei dati personali

Cosa devi aspettarti dopo la segnalazione

Dovresti ricevere un avviso di ricevimento della tua segnalazione entro 7 giorni dalla data in cui l’hai presentata; ricorda che, al momento della segnalazione puoi chiedere di non ricevere questo avviso se pensi che ricevendolo possa essere compromessa la tua riservatezza.

Ti potrà essere richiesto di integrare la segnalazione con informazioni o documenti.

Entro 3 mesi dalla segnalazione (termine aumentato sino a 6 mesi in caso di giustificato motivo), riceverai un riscontro sull’esito finale della segnalazione.

Il canale di segnalazione è conforme a tutti i requisiti del GDPR e ad altre normative nazionali sulla protezione dei dati. I suoi dati vengono conservati in modo sicuro. Il titolari del trattamento è EFARMA GROUP SRL. Al termine dell'indagine interna, EFARMAGROUP SRL si occuperà della cancellazione dei dati in conformità al GDPR. A seguito della ricezione della sua segnalazione, è compito dei responsabili di EFARMA GROUP SRL garantire la protezione della sua identità. Per qualsiasi domanda relativa alla protezione dei dati, La preghiamo di contattare direttamente il responsabile della protezione dei dati della sua azienda.

Email DPO: dpo.efarma@atida.com

Per inoltrare una segnalazione clicca qui